© 2014 Silvana Calcagno. All Rights Reserved

  • LinkedIn - cerchio grigio
  • Instagram
  • Twitter

Lean In: la sfida delle donne per l’uguaglianza nel mondo del lavoro

Sono ancora molte le donne che, nel mondo del lavoro e nella vita quotidiana, vivono in una condizione subalterna. Lean In è il portale che offre inspirazione e supporto alle donne che si vogliono “fare avanti” nel campo della comunicazione, del management e della leadership.

Titolo: Lean In

 

Cos’è: Su 197 capi di stato di tutto il mondo solo 22 sono donne. Delle 500 aziende più potenti a livello mondiale, solo 22 sono guidate da donne. A livello politico solo il 18% degli uffici sono tenuti da donne. Gli scompensi tra uomini e donne nel mondo del lavorano continuano anche a livello salariale e nel 2010 le donne guadagnavano, in media, 77 cent ogni dollaro che guadagnato dagli uomini.

Anche nella società contemporanea bilanciare il volto di madre con quello di donna in carriera è ancora estremamente difficile.
Partendo da tutti questi presupposti Sheryl Sandberg – attuale direttore operativo di Facebook – ha creato la comunità online Lean In, ovvero “Facciamoci avanti”. Lean In è volta al supporto di tutte le donne che hanno un obiettivo da raggiungere e che necessitano per ciò di supporto, inspirazione, motivazione.


Com’è: Lean In si offre a servizio delle donne in tre modi. Il primo riguarda la funzione di “Community”, famiglia allargata in cui scambiarsi idee e opinioni, raccontare storie e condividere esperienze. A questa funzione sono dedicate le sezioni “News + Inspiration” e “Lean In Stories”. Il secondo aspetto è legato all’“Education”: la piattaforma mette a disposizione dei suoi utenti una sorta di biblioteca virtuale dalla quale reperire testi, video, conferenze, sui temi della leadership e della comunicazione, in collaborazione con la Stanford University. Infine c’è la sezione “Circles”, che offre la possibilità di organizzare gruppi di supporto, dialogo, scambio che si incontrano mensilmente per discutere su temi di interesse comune.

 

Pro: Il portale riprende l’idea antica, quanto vera e attuale, che l’unione fa la forza. Si tratta di uno strumento di dialogo e confronto, di conoscenza e approfondimento su temi utili. E’ anche uno strumento di sensibilizzazione verso la, ancora subalterna, condizione femminile.


Contro: Il fatto che ci sia ancora bisogno, nei rampanti anni duemila, di un portale per motivare e supportare le donne è già di per sé un contro. Ma, purtroppo, la realtà è quella che è e bisogna affrontarla con realismo e praticità.


Segni particolari: In collaborazione con Getty Images, Lean In ha dato vita ad una sua personale collezione fotografica, in cui le donne sono ritratte come persone di successo, fuori dagli stereotipi delle svampite bellocce o delle fragili donzelle da salvare. Sono 2500 le immagini raccolte e messe in vendita e parte dei proventi andranno alla creazione di borse di studio destinate all’emancipazione femminile.

 

Consigliato a: Donne, ragazze, giovani, studenti, imprenditrici e imprenditori, appassionati di comunicazione e di sociale.

 

Info utili: http://leanin.org/

 

Silvana Calcagno

 

PUBBLICATO SU TAFTER IL 18/02/2014